Sentenze Tribunali

11 Giugno 2020

Tribunale di Catania, III sezione civile, sentenza 6 maggio 2020, n. 1473.

619 visualizzazioni

Comunione ereditaria: «Nello scioglimento della comunione ereditaria, in ipotesi di immobili non divisibili, deve privilegiarsi la richiesta di attribuzione del titolare della quota maggiore ovvero, come nel caso in esame, dei condividenti che abbiano fatto richiesta congiunta di attribuzione nelle loro porzioni e le cui quote, sommate tra loro, superino la quota maggiore del condividente antagonista. è responsabile il professionista che non formula direttamente nell’atto di compravendita la richiesta di valutazione automatica del valore dell’immobile».


DOCUMENTO DISPONIBILE IN PDF

File scaricabili

# File Descrizione Dimensione del file
1 Tribunale di Catania 2 MB

Ultimi articoli

Corte di Cassazione 24 Gennaio 2023

Corte di Cassazione, II sezione civile, ordinanza 18 novembre 2022, n. 34073.

Contratto preliminare: il danno da lucro cessante, derivante dal deprezzamento dell’immobile promesso in vendita,

Corte di Cassazione 24 Gennaio 2023

Corte di Cassazione, VI sezione civile, ordinanza 25 novembre 2022, n. 34813.

‘Prima casa’: nessuna agevolazione fiscale sull’appartamento contiguo a quello principale dei coniugi.

Corte di Cassazione 24 Gennaio 2023

Corte di Cassazione, II sezione civile, ordinanza 29 novembre 2022, n. 35086.

Vendita: se non è indicato l’atto da cui proviene il denaro, l’acquisto di un immobile, effettuato da uno solo dei coniugi, può cadere in comunione legale, anche in presenza della dichiarazione di esclusione effettuata dall’altro.

Corte di Cassazione 24 Gennaio 2023

Corte di Cassazione, VI-2 sezione civile, ordinanza 15 dicembre 2022, n. 36736.

Successioni (1):è vietato il raggruppamento parziale delle porzioni, anche se è accertata la non comoda frazionabilità delle stesse.

Prossimi Eventi

Non ci sono eventi in programma.

torna all'inizio del contenuto Realizzazione siti internet Campania