Varie

21 Marzo 2020

La nuova massima “emergenziale” n. 187 del Consiglio Notarile di Milano, sulla regolarità delle assemblee societarie.

927 visualizzazioni

Consiglio Notarile di Milano – Massima n. 187 – 11 marzo 2020 – Intervento in assemblea mediante mezzi di telecomunicazione (art. 2370, comma 4, c.c.)


MASSIMA


L’intervento in assemblea mediante mezzi di telecomunicazione – ove consentito dallo statuto ai sensi dell’art. 2370, comma 4, c.c., o comunque ammesso dalla vigente disciplina – può riguardare la totalità dei partecipanti alla riunione, ivi compreso il presidente, fermo restando che nel luogo indicato nell’avviso di convocazione deve trovarsi il segretario verbalizzante o il notaio, unitamente alla o alle persone incaricate dal presidente per l’accertamento di coloro che intervengono di persona (sempre che tale incarico non venga affidato al segretario verbalizzante o al notaio).


Le clausole statutarie che prevedono la presenza del presidente e del segretario nel luogo di convocazione (o comunque nel medesimo luogo) devono intendersi di regola funzionali alla formazione contestuale del verbale dell’assemblea, sottoscritto sia dal presidente sia dal segretario. Esse pertanto non impediscono lo svolgimento della riunione assembleare con l’intervento di tutti i partecipanti mediante mezzi di telecomunicazione, potendosi in tal caso redigere successivamente il verbale assembleare, con la sottoscrizione del presidente e del segretario, oppure con la sottoscrizione del solo notaio in caso di verbale in forma pubblica.

Ultimi articoli

Corte di Cassazione 14 Novembre 2020

Cass. Civ., Sez. V, ordinanza 29 Ottobre 2020, n. 23863.

‘Prima casa’: perde i relativi benefici colui che procede alla registrazione della sentenza di divisione giudiziale, a seguito della quale gli è stato attribuito il bene, senza chiedere l’agevolazione.

Corte di Cassazione 14 Novembre 2020

Cass. Civ., Sez. Trib., sentenza 23 Ottobre 2020, n. 23253.

Fondo patrimoniale: legittima l’iscrizione ipotecaria sull’immobile conferito in fondo patrimoniale ove manchi la prova dell’estraneità dei debiti fiscali ai bisogni della famiglia.

Corte di Cassazione 14 Novembre 2020

Cass. Civ., Sez. V, ordinanza 20 Ottobre 2020, n. 22825.

Accertamento: sconta l’IVA la somma di danaro data, in sede di preliminare di vendita, a titolo di caparra confirmatoria e destinata ad anticipare il prezzo per acquistare il bene.

Corte di Cassazione 14 Novembre 2020

Cass. Civ., Sez. V, ordinanza 30 Ottobre 2020, n. 24087.

Accertamento: sconta l’IVA la somma di danaro data, in sede di preliminare di vendita, a titolo di caparra confirmatoria e destinata ad anticipare il prezzo per acquistare il bene.

Prossimi Eventi

Non ci sono eventi in programma.

torna all'inizio del contenuto