Gazzetta Notarile

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Cass. Civ., Sez. VI, Sentenza 5/5/2014, n. 12665

Email Stampa PDF

CORTE DI CASSAZIONE -  Civile, Sezione VI, Sentenza 5 maggio 2014, n. 12665

 

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE

SEZIONE SESTA CIVILE

SOTTOSEZIONE 2

Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: Dott. GOLDONI Umberto - Presidente – Dott. PROTO Cesare Antonio - Consigliere – Dott. PETITTI Stefano - rel. Consigliere – Dott. MANNA Felice - Consigliere – Dott. GIUSTI Alberto - Consigliere –

ha pronunciato la seguente:

sentenza

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 07 Luglio 2014 13:12 Leggi tutto...
 

LA FASE ATTUATIVA DELLA RIFORMA DELLA FILIAZIONE – PRIMA LETTURA DEL D.L. N.154 DEL 28/12/2013

Email Stampa PDF

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NAPOLI

Commissione Famiglia - Commissione Minori

Auditorium

Palazzo di Giustizia – Centro Direzionale

Mercoledì 12 marzo 2014 Ore 11.30

“LA FASE ATTUATIVA DELLA RIFORMA DELLA FILIAZIONE – PRIMA LETTURA DEL D.L. N.154 DEL 28/12/2013 ”

Ultimo aggiornamento Giovedì 06 Marzo 2014 19:02 Leggi tutto...
 

Circolare Agenzia delle Entrate 29 maggio 2013 n. 18-E

Email Stampa PDF

Si segnala la circolare Agenzia delle Entrate 29 maggio 2013 n. 18-E che contiene la guida operativa sulla tassazione degli atti notarili, con riguardo all'imposta di registro.

Come indicato in Premessa dalla stessa Agenzia emanante, la Guida Operativa per la registrazione degli atti notarili, redatta dalla Direzione Centrale Normativa con la collaborazione delle Direzioni Regionali dell’Agenzia delle Entrate, è stata realizzata al fini di fornire a tutti gli operatori

del settore e ai contribuenti, a vario titolo coinvolti nella tassazione degli atti, uno strumento di lavoro utile e di semplice consultazione, per rendere omogenea ed uniforme la tassazione degli atti notarili su tutto il territorio nazionale.

A tal fine, le questioni trattate sono illustrate in modo sintetico ed arricchite con tabelle ed esempi esplicativi, con aggiornamento ai documenti di prassi e con le novità normative introdotte fino al 31 dicembre 2012.

Si riporta di seguito l’articolatissimo indice della circolare.

Leggi tutto...
 

Contratti di Convivenza - Open Day 30 Novembre 2013

Email Stampa PDF

Contratto di ConvivenzaSabato 30 Novembre, presso i Consigli Notarili distrettuali di tutta Italia, prenderà il via il progetto “Contratti di convivenza Open day”, un’iniziativa – già presentata a Roma lo scorso 14 Novembre dal Consiglio nazionale del Notariato – nata per rispondere alla richiesta di assistenza e garanzia che un sempre maggior numero di cittadini rivolge al fine di veder tutelati i propri diritti di conviventi more uxorio. Il progetto, che si articola in una serie di incontri informativi (sul sito www.contrattidiconvivenza.it sono reperibili gli indirizzi ed i contatti dove si svolgeranno tali incontri), è dedicato, appunto, al tema della convivenza e di come essa possa essere regolata sotto il profilo patrimoniale: secondo gli ultimi dati Istat, in Italia si è registrata una progressiva diffusione delle famiglie di fatto, le quali da circa mezzo milione nel 2007 sono diventate 972 mila nel 2010-11 e di queste sono proprio le convivenze more uxorio a rappresentare la fetta più importante, con un incremento pari a 578 mila.

Sempre attento alle esigenze della comunità ed in un’ottica che sia anche europea [il Consiglio dei notariati dell’Unione Europea (CNUE), assieme alla Commissione Europea, ha predisposto una specifica sezione del sito internet per fornire informazioni alle coppie transfrontaliere, consultabile all’indirizzo: http://www.couples-europe.eu/)], il Notariato Italiano ha, dunque, preparato una serie di accordi (dal 2 dicembre potranno essere stipulati presso tutti gli studi notarili in Italia), attraverso i quali sarà possibile disciplinare diversi aspetti della vita in comune: l’obiettivo sarà quello di ottenere un prodotto giuridico mirato, «cucito addosso alle proprie specifiche esigenze», che abbia un taglio pratico, soprattutto ove si intenda iniziare una convivenza e sorga l’esigenza di «“programmarne” lo svolgimento».

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 06 Marzo 2014 19:02 Leggi tutto...
 

SRL semplificata agli over 35 ed abrogando la srl a capitale ridotto

Email Stampa PDF

Si segnala l’art.9, commi 13-15, del d.l. n.2/ giugno 2013, n. 76, che modificano l'art. 2463 bis del codice civile, estendendo la SRL semplificata agli over 35 ed abrogando la srl a capitale ridotto.

Il testo dei commi citati è il seguente:

13. All'articolo 2463-bis del  codice  civile,  sono  apportate  le seguenti modificazioni:

a) al comma 1, le parole: "che non abbiano compiuto i  trentacinque anni di eta' alla data della costituzione" sono soppresse;

b) al comma 2, punto 6), le parole: ", i quali devono essere scelti tra i soci" sono soppresse;

c) il comma 4 e' soppresso.

14. All'articolo 44  del  decreto-legge  22  giugno  2012,  n.  83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7  agosto  2012,  n.  134, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) i commi 1, 2, 3 e 4 sono soppressi;

b) al comma 4-bis le parole: "societa' a responsabilita' limitata a capitale  ridotto"  sono  sostituite  dalle  seguenti:  "societa'   a responsabilita' limitata semplificata".

15. Le societa'  a  responsabilita'  limitata  a  capitale  ridotto iscritte al registro delle imprese  ai  sensi  dell'articolo  44  del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito,  con  modificazioni,

dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, alla data di entrata in vigore del presente  decreto,  sono  qualificate  societa'   a   responsabilita' limitata semplificata.

 


Pagina 103 di 110

Login Abbonati

www.finanza.com
News sulla Borsa italiana info.gif (242 byte)

<<  Dic 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      
Banner

Newsletter







Come hai conosciuto la Gazzetta Notarile
 

Notizie flash

Nella Gazzetta ufficiale del 10 agosto 2015 è stato pubblicato il d.D.G.Finanze 4 agosto 2015, che contiene le regole tecniche per l’avvio del processo tributario telematico, e rappresenta la prima attuazione dell’art. 3, comma 3, del d.m. MEF 23 dicembre 2013 n. 163, “Regolamento recante la disciplina dell'uso di strumenti informatici e telematici nel processo tributario in attuazione delle disposizioni contenute nell'articolo 39, comma 8, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111” (G.U. n. 37 del 14 febbraio 2014).
Il decreto prevede l’avvio operativo dal 1° dicembre 2015 presso le Commissioni tributarie provinciali e regionali di Toscana ed Umbria.
Le parti devono notificare il ricorso all’ente impositore competente tramite posta elettronica certificata; successivamente, possono depositare telematicamente i loro atti processuali mediante l’utilizzo del Sistema Informativo della Giustizia Tributaria (S.I.Gi.T), che richiede pertanto il possesso di una casella di posta elettronica certificata (PEC) e di una firma digitale valida.
La costituzione telematica consente alle parti processuali di effettuare vari adempimenti, come il deposito telematico dei ricorsi e degli altri atti processuali presso le Commissioni tributarie, accedere al fascicolo processuale informatico del processo, o consultare atti e provvedimenti emanati dal giudice.