Gazzetta Notarile

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Cass. Civ., Sez. I, Sentenza 6 febbraio 2018, n. 2820

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, I sezione civile, sentenza del 6 febbraio 2018, n. 2820

Rilevato che

M.M. ricorre per cassazione, con un solo motivo, avverso la sentenza della corte d’appello di Catanzaro depositata il 13-5-2011, con la quale è stata confermata la decisione del tribunale di Paola dichiarativa dell’inefficacia, verso la massa dei creditori di M.T., coniuge della M., di un atto di costituzione di immobili in fondo patrimoniale stipulato nel biennio anteriore al fallimento;

Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Febbraio 2018 12:04 Leggi tutto...
 

Cass. Civ., Sez. V, Sentenza 2 febbraio 2018, n. 2565

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, V sezione civile, sentenza del 2 febbraio 2018, n. 2565

Clicca qui per scaricare il documento in PDF

Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Febbraio 2018 12:03
 

Cass. Civ., Sez. V, 26 gennaio 2018, n. 2042

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, V sezione civile, sentenza del 26 gennaio 2018, n. 2042

Motivi della decisione

Va preliminarmente osservato che il P.G. ha chiesto la rimessione della causa alle sezioni unite di questa Corte, ai sensi dell’art. 374 comma terzo c.p.c., per cui se la sezione semplice ritiene di non condividere un principio di diritto enunciato dalle sezioni unite, rimette ad esse, con ordinanza motivata, la decisione del ricorso. Tale richiesta viene giustificata, in relazione ad alcune pronunce fortemente innovative della prima sezione civile, in materia di assegno di divorzio, recentemente assunte.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Febbraio 2018 11:58 Leggi tutto...
 

Cass. Civ., Sentenza 31 gennaio 2018, n. 2397

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, sentenza del 31 gennaio 2018, n. 2397

Fatti di causa

1. Con avviso di accertamento n. TMB035H00253/2011 emesso sulla base di p.v.c. redatto in data 21/12/2004 dal Nucleo regionale di polizia tributaria della Lombardia, l'Agenzia delle entrate recuperava a tassazione, nei confronti della C. S.p.A., a fini Ires e Irap per l'anno d'imposta 2006, la minusvalenza per quell'anno dedotta in conseguenza della svalutazione della partecipazione nella società estera controllata C. D. Gmbh, a sua volta discendente dalla fusione per incorporazione in quest'ultima della N.I. Gmbh, la cui acquisizione costituiva il vero obiettivo strategico della C. S.p.A.: tale fusione era infatti ritenuta dall'Ufficio frutto di operazione elusiva inopponibile ai fini fiscali ai sensi dell'art. 37-bis d.P.R. 29 settembre 1973, n. 600, dal momento che lo stesso obiettivo era perseguibile altrimenti (con la partecipazione diretta in Novacote da parte di C. o per il tramite di altra società collegata), mentre la fusione non consentiva in concreto alcun vantaggio extrafiscale.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Febbraio 2018 12:00 Leggi tutto...
 

Cass. Civ., sez. V 26 gennaio 2018, n. 2007

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, V sezione civile, sentenza del 26 gennaio 2018, n. 2007

Clicca qui per scaricare il documento in PDF

Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Febbraio 2018 11:56
 


Pagina 10 di 100

Login Abbonati

www.finanza.com
News sulla Borsa italiana info.gif (242 byte)

<<  Giu 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
Banner

Newsletter







Come hai conosciuto la Gazzetta Notarile
 

Notizie flash

ANTIRICICLAGGIO: PROFESSIONISTI ALL’ERTA

Lotta al denaro sporco; già programmati i controlli della Guardia di Finanza e restano le difficoltà sull’individuazione del titolare effettivo. Gli ordini puntano sulla prevenzione e sull’utilizzo di modelli organizzativi negli studi. L’inosservanza dell’obbligo di identificazione della clientela porta ad una multa fino ad euro 2.600.

 Fonte IL SOLE 24 ORE 18 aprile 2011