Gazzetta Notarile

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Cass. Civ., II sez., sentenza 11 settembre 2017, n. 21050

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, II sezione civile, sentenza 11 settembre 2017, n. 21050

Ragioni della decisione

1. Il ricorso è infondato.

1.2. Con il primo motivo è denunciata violazione degli artt. 8, ultimo comma, della legge n. 590 del 1965, 1103, 1353. 1357 cod. civ., e si contesta che la Corte d’appello aveva ritenuto ostativa all’esercizio del diritto di prelazione l’esistenza della comunione incidentale sulla base di un’erronea ricognizione delle norme che disciplinano, in generale, la prelazione ed i negozi condizionati, ed in particolare la prelazione agraria spettante del coerede, che sia anche coltivatore diretto, dell’alienante di un fondo rustico considerato nella sua individualità. Il ricorrente evidenzia, con ampi richiami alla giurisprudenza di questa Corte suprema (tra le altre, Cass. 24/02/2010, n. 4497; 27/07/2001, n. 10218) che, nel perdurare della comunione ereditaria, il coerede ha facoltà di cedere sia l’intera quota ereditaria (o una frazione aritmetica della stessa), sia i diritti che gli spettano su singoli beni facenti parte dell’asse, e che, mentre nel primo caso opera a favore del coerede del venditore l’istituto del retratto successorio, previsto dall’art. 732 cod. civ., nel secondo caso in cui il negozio di cessione è condizionato sospensivamente, quanto all’effetto traslativo, all’assegnazione effettiva del bene all’alienante - se la cessione pro quota ha ad oggetto un fondo rustico, non si frappongono ostacoli all’esercizio del diritto di prelazione da parte del coerede coltivatore diretto, ai sensi dell’art. 8, ultimo comma, legge n. 590 del 1965.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 08 Novembre 2017 08:45 Leggi tutto...
 

Cass., ordinanza 21 settembre 2017, n. 22011

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, ordinanza 21 settembre 2017, n. 22011

Tributi – Accertamento definitivo nei confronti di società in accomandita semplice per omessa impugnazione – Imputazione ai soci in proporzione alla quota – Socio accomandante – Disapplicazione sanzioni – Esclusione – Obbligo di controllo

Con ricorso in Cassazione affidato a un motivo, nei cui confronti la contribuente non ha spiegato difese scritte, l’Agenzia delle Entrate impugnava la sentenza della CTR della Toscana, relativa ad un avviso d’accertamento Irpef per l’anno 2009 e 2010, effettuato nei confronti di una società in accomandita semplice, di cui la contribuente era socia accomandante, avviso che era divenuto definitivo nei confronti della società per omessa impugnazione, e imputato “per trasparenza”, ex art. 5 TUIR, nei confronti della contribuente in proporzione alla quota societaria dalla stessa detenuta, ed annullato in riferimento all’irrogazione delle sanzioni, dalla CTP con sentenza confermata dalla CTR, denunciando la violazione dell’art. 1 comma 2 del d.lgs. n. 471/97, degli artt. 2 e 5 del d.lgs. n. 472/97, dell’art. 5 DPR n. 917/86, degli artt. 2320 e 2697 c.c. e dell’art. 115 c.p.c., il tutto in relazione all’art. 360 primo comma n. 3 c.p.c., in quanto erroneamente i giudici d’appello, avevano ritenuto che alla contribuente non fosse imputabile alcun coefficiente di dolo o colpa per il maggior reddito accertato in capo alla società, e quindi, non le dovessero essere addebitate le sanzioni previste, poiché l’omesso controllo non sarebbe dipeso da negligenza o complicità ma nella comprensibile fiducia nell’agire dei suoi familiari, anch’essi soci nei quali era concentrato il potere gestionale, al quale era estranea, anche per formazione professionale.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 08 Novembre 2017 08:43 Leggi tutto...
 

Corte Appello Palermo, Sentenza 18 aprile 2017, n. 738

Email Stampa PDF

Corte di Appello di Palermo, sentenza del 18 aprile 2017, n. 738

nelle cause civili riunite e iscritte ai nn. 1036/2011 e 1047/2011 del R.G. Cont. Civ. di questa Corte di Appello, poste in decisione nell’udienza collegiale del 09.12.2016 e promosse in questo grado

DA

(…) nato (…) n. q. di procuratore speciale di (…) nata (…) contro

:..)

Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Ottobre 2017 12:38 Leggi tutto...
 

Tribunale di Como, provvedimento del 6 giugno 2017

Email Stampa PDF

Tribunale di Como, provvedimento del 6 giugno 2017

IL TRIBUNALE DI COMO IN COMPOSIZIONE COLLEGIALE

Composto da dott.ssa Donatella Montanari Presidente relatore

dott.ssa Giulia Troina Giudice

dott. ssa Cristiana Caruso Giudice

a scioglimento della riserva che precede, vista la istanza di omologa del verbale di separazione personale per mutuo consenso redatto dai

coniugi XX e YY, comparsi innanzi al Presidente delegato alla udienza 30-5-2017;

osservato che:

le condizioni di separazione contemplate nel ricorso concernono sostanzialmente (stante la dichiarata autosufficienza economica di entrambi i coniugi, la comproprietà della casa familiare, e la presenza di un figlio maggiorenne, studente), il sostegno economico a quest’ultimo nonché la gestione dell’habitat familiare;

Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Ottobre 2017 12:42 Leggi tutto...
 

Cass. Civ., Sez. V, Ordinanza 15 settembre 2017, n. 21438

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, V sezione civile, ordinanza del 15 settembre 2017, n. 21438

Fatto e diritto

Rilevato che l'Agenzia delle entrate propone ricorso per cassazione, sulla base di due motivi, avverso la sentenza della C.T.R. della Campania, depositata il 15 giugno 2010, che, in accoglimento dell'appello proposto dagli eredi di C.S., aveva annullato l'avviso di accertamento con il quale l'Ufficio aveva determinato sinteticamente, ai sensi del D.P.R. n. 600 del 1973, art. 38, commi 4 e 5, il maggior reddito netto complessivo del C., in relazione all'anno di imposta 2000;

Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Ottobre 2017 12:36 Leggi tutto...
 


Pagina 9 di 91

Login Abbonati

www.finanza.com
News sulla Borsa italiana info.gif (242 byte)

<<  Feb 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
262728    
Banner

Newsletter







Come hai conosciuto la Gazzetta Notarile
 

Notizie flash

CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO - COMUNICATO STAMPA

 

EMERGENZA MUTUI: TASK FORCE DI NOTARIATO
E ASSOCIAZIONI DI CONSUMATORI

Roma, 3 maggio 2012 – Il Consiglio Nazionale del Notariato e 11 associazioni di consumatori (Adoc, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori), riuniti questa mattina nel consolidato tavolo tecnico di confronto, hanno analizzato le criticità rilevate sul territorio legate alla concessione dei mutui bancari.

Leggi tutto...