Gazzetta Notarile

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Cass. Civ., Sez. I, sentenza 10 maggio 2017 n. 11449

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, I sezione civile, sentenza 10 maggio 2017, n. 11449

FATTI DI CAUSA

1. La Corte d’appello di Lecce Sez. distaccata di Taranto ha respinto il gravame della F. s.p.a., procuratrice speciale di Commercio e Finanza s.p.a., avverso la sentenza con cui il Tribunale, su domanda del curatore del fallimento della T. V. s.r.I., aveva tra l’altro dichiarato la nullità del contratto in data 19 maggio 2005, con il quale la società fallita, all’epoca in bonis, aveva venduto a Commercio e Finanza s.p.a. un immobile in Taranto dopo avere in precedenza, con atto del 17 marzo 2005, stipulato con la medesima società un contratto di leasing relativo al medesimo immobile. La Corte, qualificata la complessiva operazione come sale and lease back, ha ritenuto che essa violasse il divieto di patto commissorio (art. 2744 c.c.), atteso che nello stesso atto di vendita si precisava che l’immobile veniva acquistato “al solo scopo di concederlo in locazione finanziaria alla Soc. T. V. s.r.l.”, e dunque era palese lo scopo di garanzia come causa del contratto; che il prezzo di acquisto – C 280.000.000,000 – era sproporzionato rispetto al valore stimato del bene nel bilancio al 31 dicembre 2003 della società venditrice, pari ad C 752.530,55; che era nota alla società acquirente lo stato di insolvenza in cui versava la venditrice.

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Giugno 2017 12:37 Leggi tutto...
 

Cass. Civ., Sez. Trib., sentenza 7 aprile 2017 n. 9094

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, sezione tributaria, sentenza del 7 aprile 2017, n. 9094

Fatti di causa

In esito all’omessa presentazione delle dichiarazioni dei redditi per gli anni dal 2003 al 2005 da parte della s.r.l. (…) l’Agenzia ha proceduto ad accertamento induttivo nei confronti della società di maggiore materia imponibile, ai fini Iva, Irap e delle imposte dirette. Ne sono scaturiti avvisi di accertamento con i quali sono state recuperate le maggiori imposte, oltre alle sanzioni ed agli interessi. La contribuente ha impugnato gli avvisi, sostenendo che le dichiarazioni fossero state tardivamente presentate e che il ritardo fosse esclusivamente imputabile all’intermediario incaricato della trasmissione telematica, secondo quanto desumibile anche dall’impegno alla trasmissione e dalla dichiarazione resi da costui.

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Giugno 2017 12:37 Leggi tutto...
 

Circolare Agenzia Entrate 7/E 4 aprile

Email Stampa PDF

Circolare n. 7/E del 4 aprile 2017

Clicca qui per scaricare il documento in PDF

Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Maggio 2017 08:02
 

Cass. Civ., Sez. II, ordinanza 11 aprile 2017 n. 9316

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, II sezione civile, ordinanza 11 aprile 2017, n. 9316

Clicca qui per scaricare il documento in PDF

Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Maggio 2017 08:04
 

Cass. Civ., Sez. II, sentenza 10 marzo 2017 n. 16644

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, II sezione penale, sentenza 10 marzo 2017, n. 16644

Clicca qui per scaricare il documento in PDF

Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Maggio 2017 07:58
 


Pagina 9 di 82

Login Abbonati

www.finanza.com
News sulla Borsa italiana info.gif (242 byte)

<<  Set 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
Banner

Newsletter







Come hai conosciuto la Gazzetta Notarile