Gazzetta Notarile

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Risoluzione Agenzia delle Entrate n. 154/E del 19 dicembre 2017

Email Stampa PDF

Risoluzione Agenzia delle Entrate n. 154/E del 19 dicembre 2017

Clicca qui per scaricare il documento in PDF

Ultimo aggiornamento Venerdì 12 Gennaio 2018 13:18
 

Corte Appello Roma, decreto 13 giugno 2017, n. 5675

Email Stampa PDF

Corte di appello di Roma, decreto 13 giugno 2017, n. 5675

Clicca qui per scaricare il documento in PDF

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 12 Gennaio 2018 13:16
 

Comm. Trib. Reg. Veneto, sentenza 7 dicembre 2017, n. 1233

Email Stampa PDF

Commissione Tributaria Regionale Veneto, sentenza del 7 dicembre 2017, n. 1233

Clicca qui per scaricare il documento in pdf

Ultimo aggiornamento Martedì 19 Dicembre 2017 09:15
 

Cass. Civ., Sez. II, sentenza 15 settembre 2017, n. 21456

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, II sezione civile, sentenza 15 settembre 2017, n. 21456

Il primo motivo è destituito di fondamento.
Non si disconosce, in verità, che l'art. 471 cod. civ., disponendo che le eredità devolute ai minori e agli interdetti non si possono accettare se non con il beneficio di inventario, esclude che il rappresentante legale dell'incapace possa accettare l'eredità in modo diverso da quello prescritto dall'art. 484 cod. civ. (che consiste in una dichiarazione espressa di volontà volta a fare acquistare all'incapace la qualità di erede con limitazione della responsabilità ai debiti e ai pesi <intra vires hereditatis>); cosicché l'accettazione tacita, fatta con il compimento di uno degli atti previsti dall'art. 476 cod. civ. (e, quindi, pur con la costituzione ovvero con l'intervento in giudizio: cfr. al riguardo Cass. 8.4.2013, n. 8529), non rientra nel potere del rappresentante legale e perciò non produce alcun effetto giuridico nei confronti dell'incapace, che resta nella posizione di chiamato all'eredità fino a quando egli stesso o il suo rappresentante eserciti il diritto di accettare o di rinunziare all'eredità entro il termine della prescrizione (cfr. Cass. 1.2.2007, n. 2211; Cass. 9.4.1969, n. 1144).

Ultimo aggiornamento Venerdì 12 Gennaio 2018 13:14 Leggi tutto...
 

Comm. Trib. Reg. Milano Lombardia, sentenza 6 settembre 2017, n. 3523

Email Stampa PDF

Commissione Tributaria Regionale Milano Lombardia, sentenza del 6 settembre 2017, n. 3523

Svolgimento del processo

Con ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale di Milano la Sig.ra P.B.C.M. impugnava l’avviso di accertamento n. T9501BH01195/2014 con il quale l’erario rideterminava un maggior reddito ai fini Irpef per l’anno 2009, pari ad € 1.545.642,64.

Tale rideterminazione scaturiva dalla plusvalenza derivante dall’alienazione in favore della Ing. G. S.p.A. di due complessi immobiliari denominati Cascina V. e Cascina D., ubicati nel comune di Villasanta per la somma di € 4.765.00,00 rispettivamente divisa in € 2.959.362,00 ed € 1.805.638,00. L’amministrazione finanziaria riprendeva a tassazione esclusivamente l’area di Cascina D..

Ultimo aggiornamento Martedì 19 Dicembre 2017 09:14 Leggi tutto...
 


Pagina 8 di 95

Login Abbonati

www.finanza.com
News sulla Borsa italiana info.gif (242 byte)

<<  Apr 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
        1
  2  3  4  5  6  7  8
  9101112131415
16171819202122
23242526272829
30      
Banner

Newsletter







Come hai conosciuto la Gazzetta Notarile
 

Notizie flash

Prima casa: agevolazione larga

 Il contribuente può usufruire delle agevolazioni prima casa, anche se non ha trasferito la residenza nell’immobile acquistato, ma semplicemente perché lavora nel comune nel quale questa è ubicato. E’ quanto stabilito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n.ro 3500 dell’11 febbraio 2011.