Gazzetta Notarile

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Cass. Civ., Sez. II, Sentenza 24 luglio 2017, n. 18204

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, II sezione civile, sentenza del 24 luglio 2017, n. 18204

Clicca qui per scaricare il documento in pdf

Ultimo aggiornamento Lunedì 04 Settembre 2017 10:41
 

Corte Cassazione, ordinanza 12 aprile 2017, n. 9416

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, ordinanza 12 aprile 2017, n. 9416

Clicca qui per scaricare il documento in pdf

Ultimo aggiornamento Lunedì 04 Settembre 2017 08:40
 

Cass., sentenza 5-7-2017, n. 16534

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, sentenza 5 luglio 2017, n. 16534

Ritenuto in fatto

1. Con sentenza n. 115/04/10, emessa in data 2.12.2010, depositata in data 10.12.2010, la Commissione tributaria regionale della Lombardia, in riforma della sentenza della CTP di Lecco n. 14/04/09, confermava l’avviso di liquidazione emesso dall’Agenzia delle Entrate, Dir. Prov.le Lecco, accogliendo l’appello dell’Ufficio e condannando il Comune di Parma e la E.I. s.r.l., in solido tra loro, al rimborso delle spese processuali in favore dell’appellante, liquidate in 1.400,00 euro per il giudizio di primo grado ed in € 1.600,00 per quello d’appello. La controversia ha ad oggetto l’impugnativa di un avviso di liquidazione con il quale l’Ufficio ha provveduto a recuperare la differenza di imposta dovuta, relativamente ad un’operazione di compravendita immobiliare che l’Ufficio, a differenza di quanto sostenuto dalle parti contraenti, riteneva esclusa dal campo di applicazione dell’IVA e soggetta invece ad imposta proporzionale di registro.

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Luglio 2017 12:12 Leggi tutto...
 

Corte Costituzionale, sentenza 13 luglio 2017, n. 177

Email Stampa PDF

Corte Costituzionale - Sentenza 13 luglio 2017, n. 177

Imposte e tasse – Imposta di registro – Atti soggetti a registrazione in termine fisso – Atti dell’autorità giudiziaria che definiscono, anche parzialmente, il giudizio – Atti di accertamento di diritti a contenuto patrimoniale – Fallimento – Giudizio di opposizione allo stato passivo fallimentare – Applicazione dell’imposta in misura proporzionale, in luogo dell’imposta in misura fissa prevista per le pronunce di condanna al pagamento di corrispettivi o prestazioni soggetti all’imposta sul valore aggiunto

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Luglio 2017 12:14 Leggi tutto...
 

Cass. Pen., Sez. V, sentenza 5-7-2017, n. 32367

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, V Sezione penale, sentenza 5 luglio 2017, n. 32367

Ritenuto in fatto

1. Con sentenza emessa in data 22.10.2015 la Corte d’Appello di Cagliari, dichiarava la nullità della sentenza emessa dal G.u.p. del locale Tribunale in data 1.10.2014 nei confronti di M.P. in qualità di accomandatario della s.a.s. “P.M. di P.M.”, fallita in data 5.1.2007 limitatamente al delitto di bancarotta per distrazione, realizzato mediante l’emissione degli assegni, disponendo la trasmissione degli atti al Pubblico Ministero, laddove confermava nel resto la sentenza impugnata quanto alla bancarotta fraudolenta per distrazione dei beni strumentali, nonché alla bancarotta fraudolenta documentale per aver omesso di consegnare al curatore fallimentare tutta la documentazione contabile e di presentare le dichiarazioni fiscali dal 2004, in modo da rendere impossibile la ricostruzione del patrimonio e del movimento degli affari della società.

Ultimo aggiornamento Martedì 25 Luglio 2017 12:10 Leggi tutto...
 


Pagina 4 di 82

Login Abbonati

www.finanza.com
News sulla Borsa italiana info.gif (242 byte)

<<  Set 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
Banner

Newsletter







Come hai conosciuto la Gazzetta Notarile
 

Notizie flash

Prima casa: agevolazione larga

 Il contribuente può usufruire delle agevolazioni prima casa, anche se non ha trasferito la residenza nell’immobile acquistato, ma semplicemente perché lavora nel comune nel quale questa è ubicato. E’ quanto stabilito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n.ro 3500 dell’11 febbraio 2011.