Gazzetta Notarile

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Cass. Civ., Sez. I, ordinanza 2 ottobre 2018, n. 23950

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, I sezione civile, ordinanza 2 ottobre 2018, n. 23950

Società di capitali che non fanno ricorso al mercato del capitale di rischio - Azioni proprie - computo ai fini sia del quorum costitutivo e deliberativo

In forza del d.lgs. 29 novembre 2010, n. 224, che ha modificato l'art. 2357-ter, comma 2, cod. civ., nelle società che non fanno ricorso al mercato del capitale di rischio le azioni proprie sono incluse nel computo ai fini sia del quorum costitutivo, sia del quorum deliberativo.

Corte di Cassazione, Sezione 1, Sentenza 02-10-2018, n. 23950

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Novembre 2018 08:20 Leggi tutto...
 

Cass. Civ., Sez. VI, ordinanza 3 ottobre 2018, n. 24139

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, VI sezione civile, ordinanza 3 ottobre 2018, n. 24139

Clicca qui per scaricare il documento in PDF

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Novembre 2018 08:18
 

risposta n. 11 dell’Agenzia delle Entrate in materia di acquisto di un immobile non scontato, senza l’accordo Comune-privato

Email Stampa PDF

Risposta n. 11 2018 dell’Agenzia delle Entrate

Clicca qui per scaricare il documento in PDF

Ultimo aggiornamento Mercoledì 17 Ottobre 2018 16:00
 

Cass. Civ., Sez. VI, sentenza 15 ottobre 2018, n. 25635

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, VI sezione civile, ordinanza 15 ottobre 2018, n. 25635

Clicca qui per scaricare il documento in PDF

Ultimo aggiornamento Giovedì 08 Novembre 2018 08:12
 

Cass. Civ., Sez. VI, ordinanza 24 luglio 2018, n. 19537

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, VI sezione civile, ordinanza 24 luglio 2018, n. 19537

ORDINANZA

Svolgimento del processo

1 La Corte d'Appello di Ancona, con sentenza 29.12.2016, ha respinto il gravame proposto da G.M. contro la sentenza di primo grado (n. 553/09 del Tribunale di Ascoli Piceno) che a sua volta aveva respinto le domande da lui proposte contro il coniuge separato V.I. in contraddittorio con la società venditrice Virgili Costruzioni srl (dichiararsi nullo ed inefficace l'atto di compravendita relativo all'acquisto della comproprietà di un immobile da parte dell'ex coniuge per non avere corrisposto il prezzo; dichiararsi nullo il dissimulato atto di donazione dal marito alla moglie per mancanza di forma; dichiararsi l'esclusiva proprietà del bene in capo all'attore).

2 Contro tale sentenza il G. ricorre per cassazione a cui resiste con controricorso la V.. La società venditrice non ha svolto difese.

3 Il relatore ha proposto il rigetto del ricorso per manifesta infondatezza.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 17 Ottobre 2018 15:57 Leggi tutto...
 


Pagina 4 di 110

Login Abbonati

www.finanza.com
News sulla Borsa italiana info.gif (242 byte)

<<  Dic 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
       1  2
  3  4  5  6  7  8  9
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      
Banner

Newsletter







Come hai conosciuto la Gazzetta Notarile
 

Notizie flash

Nella Gazzetta ufficiale del 10 agosto 2015 è stato pubblicato il d.D.G.Finanze 4 agosto 2015, che contiene le regole tecniche per l’avvio del processo tributario telematico, e rappresenta la prima attuazione dell’art. 3, comma 3, del d.m. MEF 23 dicembre 2013 n. 163, “Regolamento recante la disciplina dell'uso di strumenti informatici e telematici nel processo tributario in attuazione delle disposizioni contenute nell'articolo 39, comma 8, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111” (G.U. n. 37 del 14 febbraio 2014).
Il decreto prevede l’avvio operativo dal 1° dicembre 2015 presso le Commissioni tributarie provinciali e regionali di Toscana ed Umbria.
Le parti devono notificare il ricorso all’ente impositore competente tramite posta elettronica certificata; successivamente, possono depositare telematicamente i loro atti processuali mediante l’utilizzo del Sistema Informativo della Giustizia Tributaria (S.I.Gi.T), che richiede pertanto il possesso di una casella di posta elettronica certificata (PEC) e di una firma digitale valida.
La costituzione telematica consente alle parti processuali di effettuare vari adempimenti, come il deposito telematico dei ricorsi e degli altri atti processuali presso le Commissioni tributarie, accedere al fascicolo processuale informatico del processo, o consultare atti e provvedimenti emanati dal giudice.