Gazzetta Notarile

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Notizie Flash L’incapacità di testare deve essere dimostrata clinicamente
Email Stampa PDF

L’incapacità di testare deve essere dimostrata clinicamente

È quanto ha stabilito il Tribunale di Cassino, con la sentenza n.ro 810/2010. “La presunzione di capacità – si legge, infatti, nelle motivazioni - può essere evinta solo da un vero e proprio squilibrio mentale, anche temporaneo,

 tale da offuscare la coscienza e i freni inibitori (Cass. 4463/1978), in modo da impedire od ostacolare una seria valutazione dei propri atti (Cass. 332/1987)”. Ai fini dell’accertamento della effettiva sussistenza dell’incapacità di intendere e volere, come motivo di invalidità del testamento, dunque, è necessaria una perizia basata su documenti sanitari inoppugnabili, temporalmente vicini o contestuali all’atto. Tutto ciò si traduce sul relativo onere della prova dal momento che chi vorrà impugnare una scheda testamentaria, dovrà dimostrare l’incapacità del testatore al momento della redazione; viceversa, laddove lo stesso antecessor sia affetto da incapacità totale o permanente, sarà compito di chi vuol far valere la disposizione testamentaria dimostrare che il negozio fu redatto in un momento di lucido intervallo.

 

Login Abbonati

www.finanza.com
News sulla Borsa italiana info.gif (242 byte)

Notizie flash

San Marino: novità in materia di attività notarile ed e-commerce

Nella prossima seduta del Consiglio grande e generale approderanno due nuovi progetti di legge in prima lettura: uno relativo al commercio elettronico ed un altro attinente l’attività notarile.

In materia di e-commerce dovrebbe essere introdotto un registro delle attività, al quale ci si dovrà iscrivere entro 60 giorni dall’entrata in vigore della norma (pena una sanzione di 1.000,00 euro per chi già si avvale di questa modalità di vendita); dovranno, altresì, essere resi noti il sistema operativo utilizzato, l’ubicazione del server e del gestore, la sede fisica a San Marino e l’eventuale magazzino; sarà, infine, previsto un logo dell’e-commerce sammarinese, attraverso il quale verranno censite e controllate le attività esistenti.

Quanto all’attività notarile, la nuova normativa, promossa dall’Ordine degli Avvocati e Notai e sottoposta all’Unione internazionale del Notariato, stabilisce regole precise e dettagliate su formazione, tenuta degli atti, trasparenza e correttezza nello svolgimento dell’attività professionale: in particolare, affinché il notaio sia super partes sono state definite regole di incompatibilità parentale; in tema di trasparenza e correttezza, verranno registrate anche le autentiche di firme; infine, è previsto il pieno riconoscimento del valore degli atti a livello internazionale.