Gazzetta Notarile

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

RISOLUZIONE AGENZIA DELLE ENTRATE n. 126/E del 16 ottobre 2017

Email Stampa PDF

RISOLUZIONE AGENZIA DELLE ENTRATE n. 126/E del 16 ottobre 2017

Clicca qui per scaricare il documento in PDF


Ultimo aggiornamento Lunedì 20 Novembre 2017 10:37
 

TAR LAzio, sentenza 2 ottobre 2017, n. 10004

Email Stampa PDF

TAR Lazio Sentenza n. 10004 del 2 ottobre 2017

Clicca qui per scaricare il documento in PDF


Ultimo aggiornamento Lunedì 20 Novembre 2017 10:32
 

Cass. Pen., III sez., ordinanza 17 ottobre 2017, n. 47827

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, III sezione penale, ordinanza del 17 ottobre 2017, n. 47827

Ritenuto in fatto

1. Con sentenza del 1.2.2016, la Corte di appello di Firenze, in parziale riforma della sentenza del 19.3.2014 del Giudice dell'udienza preliminare del Tribunale di Lucca - che aveva dichiarato Dinelli Katiuscia responsabile dei reati di cui agli artt. 81 cpv cp e 10 ter d.lgs 74/2000 (capi 3 e 4) e artt. 110 cp e 11 d.lgs 74/2000 (capo 5) e l'aveva condannata alla pena di mesi sei di reclusione assolveva l'imputata dal reato di cui al capo 3) perché il fatto non è più previsto dalla legge come reato e dal reato di cui al capo 4) per non aver commesso il fatto e rideterminava la pena per il residuo reato di cui al capo 5) in mesi quattro di reclusione.

2. Avverso tale sentenza ha proposto ricorso per cassazione Dinelli Katiuscia, per il tramite del difensore di fiducia, articolando due motivi di seguito enunciati nei limiti strettamente necessari per la motivazione, come disposto dall'art. 173 comma 1, disp. att. cod. proc. pen.

Ultimo aggiornamento Lunedì 20 Novembre 2017 10:26 Leggi tutto...
 

Trib. Parma, sentenza 12 luglio 2017, n. 1116

Email Stampa PDF

Tribunale di Parma, sentenza del 12 luglio 2017, n. 1116

FATTO E DIRITTO

Con atto di citazione notificato in data 17.6.11 (…) convenivano davanti a questo Tribunale (…) per ivi sentir dichiarare la nullità o pronunciare la risoluzione del contratto preliminare da loro stipulato con quest’ultima in data 27.4.09, avente ad oggetto un’unità abitativa facente parte di un complesso immobiliare in corso di costruzione sito in Monticelli Terme (PR). Deducevano più in particolare gli attori, che a fronte del prezzo convenuto di Euro 260.000.00 era stata corrisposta, a titolo d’acconto, la somma di Euro 131.453,00 solo parzialmente fatturata dalla (…) ossia la ditta individuale della promittente alienante. Deducevano altresì che in parziale esecuzione dell’art. 2, comma 1, D.Lgs. 20 giugno 2005 n. 122, alla stipula del compromesso, la convenuta aveva rilasciato una fideiussione di Euro 25.000,00 scaduta il 22.4.10, un’altra di Euro 50.000,00 in data 2.2.09 scaduta un anno dopo ed infine un’altra ancora di Euro 10.000,00 in data 19.10.09 scaduta il 19.10.10. Esponevano, inoltre, gli attori a sostegno della domanda di risoluzione che l’immobile non era stato ancora consegnato e che non erano stati eseguiti diversi lavori.

Ultimo aggiornamento Lunedì 20 Novembre 2017 10:29 Leggi tutto...
 

Cass. Pen., III sez., sentenza 10 ottobre 2017, n. 46480

Email Stampa PDF

Corte di Cassazione, III sezione penale, sentenza 10 ottobre 2017, n. 46480

Clicca qui per scaricare il documento in PDF

Ultimo aggiornamento Lunedì 20 Novembre 2017 10:23
 


Pagina 1 di 86

Login Abbonati

www.finanza.com
News sulla Borsa italiana info.gif (242 byte)

<<  Nov 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
27282930   
Banner

Newsletter







Come hai conosciuto la Gazzetta Notarile
 

Notizie flash

Nella Gazzetta ufficiale del 10 agosto 2015 è stato pubblicato il d.D.G.Finanze 4 agosto 2015, che contiene le regole tecniche per l’avvio del processo tributario telematico, e rappresenta la prima attuazione dell’art. 3, comma 3, del d.m. MEF 23 dicembre 2013 n. 163, “Regolamento recante la disciplina dell'uso di strumenti informatici e telematici nel processo tributario in attuazione delle disposizioni contenute nell'articolo 39, comma 8, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111” (G.U. n. 37 del 14 febbraio 2014).
Il decreto prevede l’avvio operativo dal 1° dicembre 2015 presso le Commissioni tributarie provinciali e regionali di Toscana ed Umbria.
Le parti devono notificare il ricorso all’ente impositore competente tramite posta elettronica certificata; successivamente, possono depositare telematicamente i loro atti processuali mediante l’utilizzo del Sistema Informativo della Giustizia Tributaria (S.I.Gi.T), che richiede pertanto il possesso di una casella di posta elettronica certificata (PEC) e di una firma digitale valida.
La costituzione telematica consente alle parti processuali di effettuare vari adempimenti, come il deposito telematico dei ricorsi e degli altri atti processuali presso le Commissioni tributarie, accedere al fascicolo processuale informatico del processo, o consultare atti e provvedimenti emanati dal giudice.