Gazzetta Notarile

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Collabora con noi

Chiunque volesse collaborare alla Gazzetta Notarile può farlo inviando i propri scritti alla nostra redazione all'indirizzo e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Gli scritti ricevuti (da inviare in formato word) saranno selezionati dal comitato di redazione che deciderà quali e quando veranno pubblicati. Gli autori, prima della pubblicazione dei propri scritti, saranno ricontattati dalla redazione.

In alcuni casi i contributi ricevuti potrebbero essere pubblicati soltanto online nell'area riservata agli abbonati alla rivista. Naturalmente gli autori verrranno sempre preventivamente avvisati dell'eventuale pubblicazione sulla rivista cartacea o della pubblicazione online.

E' importante inviare insieme al file word contenente lo scritto che si intende sottoporre all'attenzione della redazione della Gazzetta Notarile un altro file contenente le proprie informazioni personali (nome, cognome, titolo, professione, indirizzo e recapiti telefonici).

La pubblicazione degli articoli non prevede alcun compenso economico per gli autori. E' prevista la sola attivazione gratuita dell'abbonamento annuale alla Gazzetta Notarile.

Di seguito si riportano i files pdf delle norme redazionali da rispettare nella redazione di articoli che si intendano inviare alla Gazzetta Notarile

icona pdf NORME REDAZIONALI GAZZETTA NOTARILE
icona pdf ESEMPIO CONTRIBUTO DI STUDIO GAZZETTA NOTARILE
icona pdf COME SEGNALARE I TITOLETTI ESTERNI
icona pdf ESEMPIO TITOLETTI ESTERNI

 

 

 

 

 

Login Abbonati

www.finanza.com
News sulla Borsa italiana info.gif (242 byte)

Notizie flash

STUDI DI SETTORE, ACCUSA DI CONTRASTO CON L’UE

Gli studi di settore contrastano, ai fini IVA, con la normativa comunitaria perché conducono ad applicare l’IVA non già in base al valore normale di una singola operazione, ma al valore normale di tutte le ordinarie operazioni compiute annualmente nel loro complesso da parte di uno stesso soggetto: questa è una delle motivazioni che hanno spinto la commissione di studio per l’esame di settore.

 Fonte ITALIA OGGI 16 aprile 2011